Luisa Longo

L’attività di Luisa Longo è caratterizzata dall'idea di ibridazione e sconfinamento di design, artigianato e arte, in particolare la Fiber art, che vede l’uso di tecniche miste su stoffa.
Con l’obiettivo di mettere in relazione arti decorative, pittura e design, Luisa si muove sulla scia del concetto di opera d'arte totale e dell’idea di far entrare la bellezza nella vita quotidiana di tutti.

“Mi ispiro dal simbolismo all’espressionismo, attraverso una costante esplorazione del cosmo, della natura, della musica”

“La prima fase, molto lunga e paziente è la preparazione dei colori, uno ad uno.
Quando i colori sono pronti parte la pittura di getto, senza una traccia, lungo delle linee che viaggiano incontrando altri colori e trasformandosi, come fasci di luce in continuo movimento”

Nata a Bologna in una famiglia di amanti dell’arte e collezionisti, Luisa Longo, è fin da giovanissima affascinata dall’arte nelle sue molteplici espressioni. Luisa frequenta l’Ecole du Louvre, a Parigi, la prestigiosa accademia di storia dell’arte affiancando lo studio con la pratica della Fiber Art frequentando l’atelier di Christine De La Haye.

Nasce qui l’attrazione fortissima per la pittura su stoffa che la accompagnerà per tutta la vita e che la spinge da subito ad una sperimentazione senza sosta di tessuti, pigmenti e tecniche per raggiungere effetti cromatici, luminosi e materici sempre più complessi oppure, per contro, per lavorare di astrazione, rendendo il segno e il colore trasparente, impalpabile, appena percettibile.


Durante i suoi numerosi viaggi in Asia, Luisa conduce una ricerca approfondita sui tessuti antichi, che la porta a studiare le collezioni più importanti del mondo così come le tecniche e i linguaggi tradizionali dei popoli orientali.


Luisa segue un percorso nella Fiber Art del tutto personale, esito di una sperimentazione ininterrotta nel corso della sua lunga produzione, iniziata nei primi anni ’70 che l’ha vista esporre in alcune fra le maggiori istituzioni internazionali di arte e design del mondo.


La ricerca continua su materiali di supporto, sui pigmenti e sulle tecniche, porta Luisa a dipingere sull’organza, medium prediletto per la sua produzione artistica. L’organza di seta le permette di ottenere gli effetti di luminosità e dinamismo che le sono particolari.




MOSTRE PERSONALI

2021 – “TRAME DELLA LETTERATURA”
CASA DELLE LETTERATURE, ROMA, ITALIA

2018 – “SINESTETICA”
A CURA DI LAURA VILLANI, ARTISSIMA, TORINO, ITALIA

2018 – “L’ANIMA IMPALPABILE DEI GRATTACIELI”
A CURA DI LAURA VILLANI, BIENNALE DI ARCHITETTURA, VENEZIA, ITALIA

2009 – “DUE DI QUADRI”
GALLERIA, BOLOGNA, ITALIA

2007 – “ART & DESIGN ONE BY ONE”
A CURA DI LAURA VILLANI, PADOVARTE, PADOVA, ITALIA

2006 – “LUISA LONGO”
GALLERIA SINOPIA, ROMA, ITALIA

2003 – “ALTA ROMA”
PERFORMANCE AL TEMPIO DI ADRIANO, ROMA, ITALIA

1995 – “SETE DIPINTE”
LA CLESSIDRA GALLERY, CREMONA, ITALIA


MOSTRE COLLETTIVE

2018 – “INTERNAZIONALE ITALIA ARTE”
MUSEO MIIT, TORINO, ITALIA

2010 – “IN AND OUT”
GALLERIA SINOPIA, ROMA, ITALIA

2010 – “THE NUMBER ONE AWARD”
ARSENALE DI VENEZIA, ITALIA

2009 – “QUADRUM SACA IN FIERA”
BOLOGNA, ITALIA

2002 – “L’OGGETTO INESISTENTE”
A CURA DI LAURA VILLANI, FUTURE SHOW, BOLOGNA, ITALIA

2001 – “A FUTURISTIC LANDSCAPE WITH A MOUSE AND A PAD”
A CURA DI LAURA VILLANI, FUTURE SHOW, BOLOGNA, ITALIA

2000 – “LOVE PHONE”
FUTURE SHOW, BOLOGNA, ITALIA